I.R.R. – Incident Response Regiment – Ambito Operativo

Il trattamento di un militare contaminato, durante un' esercitazione dell' Incident Response Regiment svoltasi ad Holsworthy il 28 agosto 2002 (foto Australian Ministry of Defence)

L’ I.R.R. ha il compito di rispondere ad incidenti chimici, biologici, radiologici, nucleari o esplosivi tanto su territorio nazionale, quanto in supporto delle forze armate australiane dispiegate all’ estero (l’ unità è infatti stata attivamente impiegata nel corso dell’ operazione “IRAQI FREEDOM”)e delle autorità di Stato e territoriali in operazioni di soccorso a seguito di incidenti aerei o terrestri. L’ Incident Response Regiment è allertato in caso di segnalazioni sospette riguardanti il proprio ambito d’ azione, in risposta ad incidenti con effetti immediati i quali si sospetta possano esser causati da agenti radiologici o chimici e attacchi la cui natura non sia chiara fintanto che le vittime non affluiscano presso le stutture ospadaliere (stiamo quindi parlando, con buona probabilità, di incidenti riguardanti agenti batteriologici). Il suo personale è in grado di condurre ricerche ad alto rischio, tramite apparati di rilevazione, unità K9 (cinofile), disarmare o far “brillare” dispositivi esplosivi, decontaminare e trattare persone ed aree sottoposte ad attacco N.B.C., nonchè condurre analisi sul materiale pericoloso “in loco”. In qualità di unità di intervento rapido, i componenti dell’ I.R.R. sono in grado di muovere entro tempi estremamente ridotti dall’ inizio di un’ eventuale crisi.

Storia >

Struttura >

Ambito Operativo >

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close