United States Army 1st S.F.O.D.-D 1st Special Forces Operational Detachment-Delta – Struttura

Nel corso dell'operazione "Desert Storm" (Iraq, 1991) il 1st S.F.O.D.-Delta venne nicaricato di trovare e distruggere le batterie di missili  Scud che minacciavano Israele.
Nel corso dell’operazione “Desert Storm” (Iraq, 1991) il 1st S.F.O.D.-Delta venne incaricato di trovare e distruggere le batterie di missili Scud che minacciavano Israele.

Sembra che la forza sia composta da circa 2500 uomini selezionati in prevalenza da Green Berets e Rangers. L’ organigramma vedrebbe la presenza dei Sabre Squadron (squadroni operativi) A, B e C, suddivisi in sotto unità specializzate rispettivamente in operazioni subacquee, montane, aviolanci e mobilità, uno squadrone di supporto, uno squadrone addetto alle comunicazioni, un plotone aviazione ed un plotone denominato “Funny Platoon”, costituito da donne alle quali spettano incarichi sotto copertura, di sorveglianza ed analisi. L’ addestramento, per molti versi simile a quello posto in essere dallo S.A.S. con il quale la Delta intrattiene salde relazioni (oltre che con il G.S.G.9 tedesco, il G.I.G.N. francese), si focalizza su di una vasta gamma di aspetti tra i quali spiccano il C.Q.B. (Close Quarter Battle) all’ interno di una killing house nota sotto il nome di “House of Horrors” (la casa degli orrori) e la risoluzione di crisi inerenti il coinvolgimento di ostaggi all’ interno di treni, bus e aerei dirottati.

Storia >

Struttura >

Selezione >

Armi >

Ambito Operativo >

Attività Operative >

IL NOSTRO STORE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close