Squadrone Eliportato “Cacciatori” Calabria

Patch dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria

Fondato il 1° Luglio 1991 in seno al Gruppo Operativo Calabria dell’ Arma dei Carabinieri, lo Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Calabria puo’ a tutti gli effetti essere considerato quale una naturale evoluzione delle cosiddette Squadriglie. Operanti nel difficile territorio aspromontano e della Barbagia fin dal 1987, con compiti di contrasto rispettivamente alle attivita’ della N’dranhgheta calabrese e dell’ Anonima sarda, le Squadriglie hanno ben presto assunto un ruolo chiave nelle operazioni di ricerca dei sequestrati e della localizzazione di latitanti appartenenti ad entrambe le organizzazioni. Gli odierni “Cacciatori” di Calabria, operano quindi a supporto delle attivita’ dell’ Arma, in operazioni nelle quali il profilo operativo richieda l’ intervento di personale specializzato.

 

Discesa lungo la parete di uno stabile, nel corso di un' irruzione simulata. Si noti la sacca utilizzata per allogiare la corda da discesa, consentendo di non allertare gli occupanti all' interno dell' obiettivo. Gli operatori sono armati di pistole Beretta 92FS e pistole mitragliatrici Heckler & Koch MP5 A5, equipaggiate con mirini olografici EOTech 511 e torcia
Il Basco Rosso e' indossato con orgoglio dai membri del reparto fin dal 1991

Il reparto e’ di stanza presso la Base Logistica Operativa (B.L.O.), realizzata presso l’ aeroporto di Vibo Valentia “Luigi Razza”. La ragione dell’ impiego di un aeroporto quale base d’ operazioni, risiede nella necessita’ di mobilita’ dei Cacciatori. La presenza nella stessa base dell’ 8° Nucleo Elicotteri, garantisce infatti ai Cacciatori rapidita’ d’ intervento ed agilita’ negli spostamenti su tutta l’ area calabra, ed in particolar modo sulle impervie montagne dell’ Aspromonte e sulla cosiddetta “Serra Catanzerese”. Oltre a cio’, l’ intenso traffico di elicotteri dell’ Arma consente fondamentalmente ai Cacciatori di camuffare i propri spostamenti, ingannando eventuali osservatori appartenenti alle cosche ed incaricati di allertare i propri complici in merito all’ attivazione del reparto. Oltre all’ 8° Nucleo Elicotteri, sono distaccati nella B.L.O. anche la Compagnia Speciale ed il Nucleo Cinofili, tutte unita’ il cui impiego e’ possibile in congiunzione a quello dei Cacciatori, portando ad un piu’ efficace coordinamento operativo.

Posto di blocco sull' Aspromonte
Nella storia militare d’ Italia, i reparti di Cacciatori erano specificamente dedicati ad azioni di ricognizione e disturbo e la denominazione non e’ casuale, derivando dal particolare modus operandi utilizzato dal reparto per catturare le proprie “prede”:

 

– infiltrazione occulta nel territorio
– appostamento
– attacco rapido ed inatteso
Elemento distintivo dei Carabinieri Cacciatori e’ il caratteristico Basco Rosso, del quale gli operatori si fregiano con orgoglio fin dal lontano 1991.
Operatori posano per una foto di gruppo

Storia >

Struttura >

Selezione >

Armi e Mezzi >

Ambito Operativo >

Attività Operative >

IL NOSTRO STORE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close