There is no custom code to display.

Category Archives: Intelligence

Neptune Spear: rivelate le ultime parole di Osama Bin Laden

Neptune Spear: rivelate le ultime parole di Osama Bin Laden

Stemma dell’operazione Neptune Spear.

I membri superstiti della famiglia di Osama Bin Laden hanno recentemente rivelato ai media le ultime parole pronunciate dal leader di Al Qaeda, prima di essere abbattuto dal SEAL Team Six la notte dell’ 1 Maggio 2011.

Amal Bin Laden, quarta moglie del terrorista, si trovava con il marito la notte del raid, insieme alla seconda moglie Khairiah, la terza Seham ed il figlio ventiduenne Khalid. Secondo quanto raccontato a Cathy Scott-Clarke ed Adrian Levy per il loro libro “The Exile: the flight of Osama Bin Laden”, quella notte ad Abbottabad, Amal era a letto con Osama, quando sono sopraggiunti i due Black Hawk modificati sui quali si trovava il Team Six. Amal racconta di essere stata svegliata dal rumore degli MH-X Silent Hawk, e ricorda di aver visto le ombre dei due apparecchi attraversare le finestre della palazzina.

“Gli americani stanno arrivando”, dice Bin Laden alla moglie. L’illuminazione stradale quella notte e’ particolarmente fioca e’ non c’e la luna rischiarare le tenebre, dice Amal. La donna ricorda il rumore causato da uno degli elicotteri che si schianta al suolo e che scuote la casa. Fuori, due dozzine di operatori danno il via all’assalto. Bin laden, in pigiama, passa un AK-47 al figlio Khalid, mentre Amal e Seham corrono all’ultimo piano con i figli piu’ piccoli. Mentre i militari fanno irruzione all’interno della proprieta’, Bin Laden dice alle donne: “E’ me che vogliono, non voi”. Il terrorista ordina poi a Seham e Khalid di scendere ai piani inferiori e di andare verso i SEALs. Amal ed il figlio piu’ piccolo Hussein restano con Bin Laden.
Uno degli operatori neutralizza Khalid, dopo averlo chiamato per farlo sporgere dal balcone dove si stava nascondendo. Robert O’Neill entra nella stanza del terrorista ed Amal, che cerca di aggredirlo, riceve una pallottola in una gamba. O’Neill ed i suoi colleghi aprono poi il fuoco contro Bin Laden uccidendolo. I SEALs portano Hussein, Miran e Sumaya nella stanza dove si trova il corpo del terrorista e gli chiedono di identificarlo, cosa che fanno con riluttanza. I militari spostano poi il cadavere verso l’elicottero in attesa di estrarre le squadre. Amal resta nella palazzina con il figlio Hussein. Ad oggi la donna e’ convinta che il marito sia stato tradito da qualcuno della sua cerchia interna.

Gran Bretagna, allerta critica: attivato lo Special Air Service

Gran Bretagna, allerta critica: attivato lo Special Air Service

  Mentre le autorita’ lottano contro il tempo per trovare chi ha fabbricato l’ordigno della strage di Manchester ed i facilitatori dell’attentato, le autorita’ inglesi mettono in campo tutte le risorse disponibili, incluso lo Special Air Service (SAS). Gli operatori del Counter Revolutionary Warfare Wing sono stati visti assistere le forze dell’ordine nell’esecuzione di alcuni… Leggi

New Scotland Yard: fondamentale il contributo dei cittadini nella lotta al terrorismo

New Scotland Yard: fondamentale il contributo dei cittadini nella lotta al terrorismo

Mark Rowley, Assistente Commissario di New Scotland Yard, ha reso noto che in qualsiasi momento , su suolo britannico, sono sempre in corso almeno 500 operazioni antiterrorismo, che coinvolgono sia la stessa Scotland Yard, che i servizi di sicurezza MI5, MI6 e GCHQ (Government Communications Headquarters).  Dal 2014 ad oggi le autorita’ hanno sventato ben… Leggi

Nuova e piu’ violenta ondata di jihadisti sta per colpire l’Europa

Nuova e piu’ violenta ondata di jihadisti sta per colpire l’Europa

L’Europa sta per cadere nuovamente vittima dell’Islamic State (IS), che colpira’ facendo uso dei suoi agenti piu’ violenti. Ne e’ convinto Jean-Paul Laborde, capo dell’agenzia antiterrorismo delle Nazioni Unite. Si tratta di cittadini dell’ Unione Europea veterani dei teatri iracheni e siriani e che, dopo le sconfitte subite, sarebbero pronti a vendicarsi proprio nei Paesi… Leggi

Operazione SOPHIA: incursioni costiere delle forze speciali previste per la terza fase

Operazione SOPHIA: incursioni costiere delle forze speciali previste per la terza fase

Nel corso di un briefing tenutosi a bordo di Nave San Giusto la scorsa settimana a Malta, alti ufficiali della Marina Militare Italiana, hanno confermato che la terza fase dell’operazione SOPHIA, potrebbe vedere l’impiego di forze speciali ed anfibie direttamente in Libia. L’ufficiale ha spiegato a Corpi d’elite come reparti scelti delle nostre forze armate,… Leggi

Il SEAL Team Six si prepara ad assassinare Kim Jong Un

Il SEAL Team Six si prepara ad assassinare Kim Jong Un

Dopo aver terminato Osama Bin Laden e diversi altri nomi della leadership di Al Qaeda e dell’ Islamic State, il SEAL Team Six si starebbe preparando per un’operazione volta a decapitare la leadership nord coreana. E’ quanto affermato dalle agenzie di stampa della Corea del Sud, dove il team sta attualmente prendendo parte all’esercitazione congiunta denominata… Leggi

Raid in Yemen: ucciso operatore del SEAL Team Six

Raid in Yemen: ucciso operatore del SEAL Team Six

Un membro del SEAL Team Six e’ morto ed altri sei militari sono stati feriti nel corso di un’ operazione nella provincia di Bayda, Yemen, lo scorso 29 Gennaio. L’operatore caduto in azione e’ il Chief Petty Officer William “Ryan” Owens. Tre colleghi di Owens hanno subito ferite di diversa entita’ nel corso dell’azione, mentre… Leggi

One shot, three kills: tiratore SAS elimina tre terroristi con un solo colpo

One shot, three kills: tiratore SAS elimina tre terroristi con un solo colpo

Il colpo aveva una probabilita’ su un milione di andare a segno, ma un tiratore scelto dello Special Air Service (SAS) ci e’ riuscito ugualmente. L’operatore ha sparato con il suo fucile di precisione Accuracy International L115A silenziato, uccidendo tre terroristi dell’Islamic State (IS). Il colpo calibro .338 Lapua Magnum era indirizzato verso un terrorista che… Leggi

Arriva la prima donna al 75th Ranger Regiment

Arriva la prima donna al 75th Ranger Regiment

In primavera il 75th Ranger Regiment dell’ US Army aprira’ le porte alla prima Ranger donna. Si tratta dell’unica candidata ad aver fino ad ora completato con successo il corso di selezione. Il Reggimento aveva precedentemente richiesto che l’accesso alle donne fosse precluso, ed in molti avevano criticato il fatto che gli standard di selezione… Leggi

Presidenza Trump: forze speciali e servizi di sicurezza veglieranno sull’inaugurazione

Presidenza Trump: forze speciali e servizi di sicurezza veglieranno sull’inaugurazione

28,000 tra agenti di polizia e membri dello US Secret Service e della US National Guard veglieranno sull’inaugurazione della presidenza di Donald Trump. Il servizio segreto, che e’ responsabile per il coordinamento dell’intera operazione, ha dispiegato sul campo anche apparati per la sicurezza elettronica. Pronto anche il piano d’evacuazione per il Presidente Trump in caso… Leggi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close