Libia: gli Incursori in azione a Sirte sotto l’ala dei Servizi

incursori
Forze speciali italiane riprese in Iraq.

Sembra ormai confermato come aliquote del C.O.F.S. (Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali) siano impegnate in questi giorni nelle operazioni belliche, volte alla liberazione di Sirte dai terroristi del Califfato. L’Italia non ha ufficialmente reparti militari impiegati in azioni dirette, e per far cio’ che questo avvenga, l’attivazione degli incursori e’ stata autorizzata lo scorso Marzo da Matteo Renzi, tramite un decreto immediatamente secretato. Al fine di proteggere l’operato delle nostre forze speciali da interrogazioni parlamentari, gli operatori sono stati accorpati direttamente all’ A.I.S.E. (Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna), le cui operazioni sono ovviamente protette dal segreto di Stato.  In una nota trasmessa dal governo al CO.PA.SI.R. (Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica), si ammetterebbe che in Libia agirebbero distaccamenti di reparti militari specializzati, inseriti all’interno della catena di comando dell’A.I.S.E., e quindi totalmente svincolati dal Ministero della Difesa, che infatti non commenta la notizia.

IL NOSTRO STORE

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito - The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close